Taglio uomo: tra vintage e nuova vita al ciuffo

Categoria:
preview

Le tendenze capelli al maschile per la primavera 2016 vogliono una rispolverata di alcuni classici Anni 50 e 60 senza perdere uno stile attuale e moderno. C’è una soluzione per ogni tipo di capello, ma attenzione: poi ogni uomo segue il suo gusto!

La riga di lato & l’impomatato Anni 50

In assoluto il look più visto e proposto delle passerelle: Versace, Brioni, Giorgio Armani, Lanvin, Louis Vuitton, Antonio Marras… La primavera è una carrellata di uomini di successo dal carattere fashion con una chioma impeccabile dal mattino alla sera.

Ci spiega i dettagli Marco Iafrate, Italian Creative Director TIGI: «È un look in realtà molto semplice da realizzare, un liscio con riga di lato ben marcata, non troppo compatto e non eccessivamente bagnato, che valorizza al meglio i tagli senza sconnessioni né rasature, altro grande ritorno. Il vero segreto è puntare su una cera new generation, quasi un gel che non si asciuga, elastica, lucente, con meno residui rispetto a quelle tradizionali. Questo tipo di prodotto è l’ideale anche per pulire le righe e i contorni senza l’effetto “brillantina” che è invece outSì anche alla variante “tutta all’indietro”, sempre senza volumi esagerati, e al finish lucido che porta impresse le tracce dei denti del pettine. Si torna un po’al classico, all’ordine, a una virilità composta ma mai banale».

La nuova vita del ciuffo

Doppie lunghezze sempre meno evidenti, rasature mai estreme. Il taglio più apprezzato (e portabile) di stagione è quello in dissolvenza graduale verso il collo, che toglie peso mentre garantisce un look pulito a bassa manutenzione. Per coloro che desiderano un po’ più di volume, questa è la base ideale per mantenere una certa lunghezza in alto, un must che resta sul podio dei tagli preferiti dagli uomini, soprattutto i più giovani. Adam Levine e David Beckham, ad esempio, sono solo alcuni dei grandi fan di questo trend in “dissolvenza” che lascia il ciuffo corposo e molto versatile.